Video

L’occhio paleologico di Giorgio Cornelio

Giorgiomaria Cornelio ha diciotto anni e incarna esattamente quella “maestria nello stile amatoriale” di cui ho parlato a proposito di Adieu au langage di Jean-Luc Godard, in Appunti su Godard (La camera doppia, 14 dicembre 2014).
Dunque ripeto, perché la grazia naturale di questa fanciulletta fonte, il cui occhio è un iPhone, e la cui espressione artistica nasce nella morte del canone cinematografico tradizionale, me ne rinnova il senso: “La crisi del dio linguaggio può condurre a una rinascita della vista.
Dal dio maschile del giudizio alla dea creaturale del silenzio e della foresta-mondo”. (altro…)